giovedì 7 settembre 2017

Black Rose di Sagara Lux | Recensione

Salve gente!
Come avete visto nel post precedente durante l'estate sono riuscita a leggere un po perciò si parte con il recupero delle recensioni! Oggi si inizia con l'ultimo lavoro di Sagara Lux che apre una nuova serie dark romance. Dal momento che è stata così gentile da inviarmi una copia digitale ho voluto dargli la precedenza e poi a brevissimo esce anche il secondo volume! Come sempre la ringrazio per l'opportunità e per i teaser grafici messi a disposizione (che mi salvano ogni volta).


BLACK ROSE
Sagara Lux 
The darkest night #1


Mai desiderare quel che potrebbe distruggerti.

Lilian Leroy non ha mai desiderato di svegliarsi in una stanza non sua, in compagnia di un uomo completamente nudo che non ricorda nemmeno di avere incontrato. Non ha mai desiderato di finire coinvolta nei giochi di potere che legano suo padre a un misterioso uomo venuto dalla Russia. Ma ha desiderato lui, Sergej. Dal primo momento in cui lo ha visto. Sergej non ha mai desiderato nulla per sé. Ha sempre e soltanto eseguito gli ordini, almeno finché non gli è stato chiesto di fare l'unica cosa che non avrebbe mai voluto: distruggere qualcuno. Distruggere lei.
Tre uomini. Due donne. Una notte. La più oscura di sempre. Quella che cambierà le loro vite.





Quando prendo in mano un libro adoro non rileggere la trama perciò mi sono buttata su Black Rose alla cieca fidandomi di Sagara. Ebbene sono rimasta davvero soddisfatta perché ancora una volta non mi ha deluso.
C’è da dire che a Sagara comunque piace vincere facile con la sottoscritta perché in questo libro ci sono personaggi russi che parlano in russo. E la Russia è il mio sogno okay? E poi dovete capire che ci sono determinate cose che mi fanno partire del tutto, tipo Sergej: corpo massiccio che straripa di tatuaggi (❤), sigaretta tra le labbra, autrocontrollo a mille, figuriamoci quando ho scoperto che è una guardia del corpo e perciò ha il porto d’armi. Cioè il ragazzo ha una pistola capite?  SET ME ON FIRE PROPRIO.

Si poteva davvero trascorrere una notte con un uomo come quello e non restare segnati per sempre?

La storia come sempre è ben costruita e ricca di cose che non ti aspetti, come ad esempio la protagonista Lilian che può apparire innocente ma sotto sotto eheh… Di lei mi è piaciuta davvero tanto la sua ostinazione, il non volersi far spaventare da nulla, neanche da un uomo che viene chiamato “Lo Squalo” cioè io con un nome così già correrei ai ripari, ma Lilian no perché per lei la famiglia è più importante di qualsiasi altra cosa.

Come spiegato anche dall’autrice il dark romance in questa serie andrà in crescendo perciò a mio parere Black Rose è adatto a coloro che vogliono avvicinarsi a questo genere per la prima volta, l’unica cosa che non mi ha fatto impazzire è stata una scena che mi ha ricordato delle dinamiche BDSM e ci tengo a precisare che questa è una cosa del tutto personale dal momento che come sapete non sono una fan di queste pratiche.

Adesso voglio assolutamente saperne di più su Dmitry ed Abbie che saranno i protagonisti del secondo volume perché qualcosa mi dice che lo squalo potrebbe intrigarmi più di Sergej (ma che ve lo dico a fare, più hanno problemi più mi piacciono). Che poi c’è posto per tutti eh IO NON DICO NJET A NESSUNO.


La tentazione era il peggiore dei peccati.

E voi avete già letto qualcosa di Sagara? Se siete ai primi approcci con il dark romance questo romanzo è super consigliato!

4 commenti:

  1. Non ho mai letto niente di quest'autrice, ma ne sento parlare benissimo!

    RispondiElimina
  2. Non è il mio genere Jess però anche per me la Russia è un mio sogno ❤️___❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. facciamo un pulmino e andiamo tutti insieme!

      Elimina

Grazie per aver commentato! You make me sooo happy ♥