lunedì 18 dicembre 2017

A Love Letter to Whiskey di Kandi Steiner | Recensione

Altro lunedì, altra recensione!
E vi avviso subito che questa potrebbe anche essere l'ultima dell'anno perchè al momento sono nel mezzo del blocco del lettore quindi penso proprio che farò una rilettura di un romanzo già recensito sul blog.
Comunque... A Natale si sa, bisognerebbe essere più buoni perchè insomma Santa Claus is comiiiing to tooooown! Ma francamente qui ce ne infischiamo, difatti mi sono trasformata nel Grinch e non ho risparmiato la mia ultima lettura...


A LOVE LETTER TO WHISKEY
KANDI STEINER


Editore: Autopubblicato
Pagine: 380
Genere: Contemporary Romance


 




È incredibile quanto velocemente ritorni la sbronza dopo che sei stato sobrio per così tanto tempo.
Whiskey era lì, sulla mia porta, proprio come un anno prima. Tranne che stavolta non c'era pioggia, né rabbia, nessun invito al matrimonio: c'eravamo solo noi.
C'era solo lui: il vecchio amico, il sorriso facile, il contorto conforto avvolto in una bottiglia scintillante.
C'ero solo io: l'alcolizzata che fingeva di non volerlo assaggiare, rendendosi conto troppo in fretta che i mesi in cui ero rimasta pulita non me lo facevano desiderare di meno.
Ma non possiamo iniziare da qui.
No, per raccontare questa storia dobbiamo tornare indietro. All'inizio
Dobbiamo tornare alla prima goccia.
Questa è la mia lettera d'amore a Whiskey. Spero solo che lo legga.




Da dove iniziare con questo libro?
Dall'unica cosa che mi è piaciuta.
Ho davvero apprezzato la scelta dell'autrice di raccontare la storia rifacendosi all'effetto del Whisky, ogni capitolo infatti riporta un titolo che ha a che fare con la dipendenza dall'alcol e ci mostra lo stato in cui sta B (si chiama Brecks ma lei odia essere chiamata così). B è totalmente dipendente da Jamie, il nostro Whiskey, chiamato così perchè ricorda appunto questo alcolico e nel romanzo vediamo il primo assaggio, il periodo sobrio, la prima sbronza e passiamo anche per altri alcolici... Insomma questa cosa l'ho trovata davvero originale e devo ammettere che la Steiner scrive molto bene.

Il Whisky è testardo, si rifiuta di essere ignorato. Non sta semplicemente sullo scaffale in una graziosa bottiglia ad aspettare pazientemente. 

Jamie e B si rincorrono per tutto il libro, si cercano e si trovano ma non è mai il loro momento.
SI
RINCORRONO.
PER.
TUTTO.
IL
FOTTUTO
LIBRO.
Non sto scherzando. Adesso io capisco che il destino è un po stronzo e si metta in mezzo una, due, tre volte. Ma poi diventa esagerato con sti due idioti che non riescono mai a stare insieme e danno la colpa al tempismo quando in realtà sono loro che non ci arrivano e fanno scelte sbagliate\stupite.Tipo B che è troppo presa da se stessa, dal voler essere indipendente per capire che ha vicino un ragazzo che non dovrebbe farsi sfuggire! Non che Jamie sia da meno eh, forse lui è quello che ci ha provato di più ma ammetto che sto ragazzo a volte non l'ho capito...
Capite insomma che alla lunga questa dinamica è stancante, è frustrante vederla di continuo, sopratutto quando non cambia nulla se non alla fine... La cosa che più mi ha fatto imbestialire è realizzare quanto tempo della loro vita hanno sprecato a corrersi dietro: 15 anni circa. VI RENDETE CONTO? Cose da pazzi...

Si ringrazia Jessica per aver sopportato i miei vocali perchè altrimenti non so come ne uscivo viva...

“It's always been us.”

Dopo questa prima esperienza con la Steiner al momento posso solo dire una cosa...

4 commenti:

  1. Quando vuoi sono lì per ascoltarti xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima o poi faccio un gruppo per solo trash ahahaha

      Elimina
  2. Decisamente allora me ne terrò alla larga ah ah anche se a dirla tutta non mi convinceva nemmeno la trama...
    Mi dispiace per il tuo blocco del lettore, spero passi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Susy! Spero anch'io passi, avevo già in mente di fare una lettura quindi magari quella potrebbe aiutarmi SPERO...

      Elimina

Grazie per aver commentato! You make me sooo happy ♥