venerdì 17 novembre 2017

La trilogia Grisha di Leigh Bardugo | Recensione

La recensione di oggi è un po lunghetta ma comprende 3 libri che tra l'altro mi sono piaciuti molto quindi non potevo contenermi! Finalmente infatti riesco a recuperare qualche lettura estiva lasciata indietro e oggi vi parlo della trilogia Grisha di Leigh Bardugo composta da Shadow and Bone, Siege and Storm e Ruin and Rising, serie che purtroppo da noi è stata interrotta dopo il primo volume...


SHADOW AND BONE
Leigh Bardugo
Grisha Verse #1


Circondata da nemici, quella che un tempo era la potente nazione di Ravka è ora un regno diviso dai conflitti e letteralmente tagliato in due dalla Shadow Fold, un deserto di impenetrabile oscurità, brulicante di mostri feroci e affamati. Alina Starkov è sempre stata una buona a nulla, un'orfana il cui unico conforto è l'amicizia dell'amico Mal. Eppure, quando il loro reggimento viene attaccato dai mostri e lui resta ferito, in Alina si risveglia un potere enorme, l'unico in grado di sconfiggere il grande buio e riportare al paese pace e prosperità. Immediatamente viene arruolata dai Grisha, l'élite che, di fatto, manovra l'intera corte, capeggiata dall'affascinante Darkling. Ma al sontuoso palazzo, dove gli intrighi e il lusso dei balli è tale da stordire e confondere, niente è ciò che sembra, e Alina si ritroverà presto ad affrontare sia le tenebre che minacciano il regno, sia quelle che insidiano il suo cuore.




Dopo la duologia Six of Crows (che vi ricordo è la mia preferita) mi sono imbarcata di nuovo nel mondo Grisha per seguire la storia di Alina, la Sun Summoner (non ho idea di quale sia la nostra traduzione).
Il worldbuilding è qualcosa di fantastico, le ambientazioni e le descrizioni sono ricche di dettagli e una cosa che adoro è il fatto che le nazioni del Grishaverse prendono spunto da più paesi, Ravka ad esempio si ispira alla Russia, Fjerda alla Scandinavia, Shu Han si ispira alla China. Siamo abituati a leggere di mondi che quasi sempre hanno come punto di riferimento l'America ecco perchè penso che il mondo della creato dalla Bardugo è originale e questo è assolutamente un punto a favore.

La storia segue le vicende di Alina che scopre di essere una Grisha, e qua attenzione perchè la traduzione italiana dice che sono maghi SBAGLIATO! I Grisha sono persone che praticano l'arte di manipolare la materia nella sua forma base (Small Science), i Grisha vedono i loro poteri come un'estensione del mondo naturale. 
Alina è un personaggio che ho apprezzato molto innanzitutto perché non ci troviamo davanti alla solita bellezza, anzi viene definita come una ragazza dall'aspetto fragile quasi malata, con le occhiaie (DIO TI RINGRAZIO!)Lei è l’unica salvezza della nazione e vuole proteggerla, liberarla, vuole fare del bene ma per farlo deve porre fine a delle vite e non è facile. In più è attirata dal cattivo che tiene in pugno Ravka e c’è da aggiungere che il potere dentro di lei la spinge a volere gli amplificatori che possono renderla più forte e permettergli di sconfiggere il male ma che potrebbero anche trasformarla in qualcos'altro…

“Stiamo parlando del futuro di tutti i Grisha e di Ravka.”

E poi c’è il Darkling, Shadow Summoner e già qua capite che… Luce da na parte, ombre dall’altra UNA SHIP DA URLO (se solo non ci fosse un terzo a rompere i coglioni). Lui è in assoluto uno dei miei villain preferiti, uno di quei cattivi coerente con se stesso e che rimane tale fino alla fine. Uno cattivo affascinante in grado di ammaliarti con il suo carisma, la sua bellezza, il sorriso che stende, però come lui stesso ripete è un essere unico nel suo genere, non c’è nessuno come lui e questo lo rende… Solo.

Soprattutto nel primo e nell'ultimo libro ci sono state dalle parti che mi hanno davvero messo una tristezza assurda addosso 😢 e punti in cui mi aspettavo una cosa e invece non avevo capito nulla…
Non potete capire quanto mi piange il cuore a saperla una serie interrotta (il primo volume è stato pubblicato con il titolo Tenebre e ghiaccio) perché qui dentro c’è tanta roba: si parla di sacrificio, di perdita e delle conseguenze delle nostre azioni; ci sono personaggi costruiti da dio compresi quelli secondari (si Nikolai mi riferisco a te), colpi di scena, palazzi reali, una guerra alla porte, soldati e perfino pirati!

Shadows and Bone: ★★★★ ½
Siege and Storm★★★
Ruin and Rising★★★

I am the Sun Summoner. And I’m the only chance you have.


Qualcuno ha letto questa trilogia o state ancora imprecando dietro alla Piemme?
Che amo a Bardugo già lo sapete giusto?

5 commenti:

  1. Voglio leggerla anche ioooooo!
    Ma mi sa che l'unico modo è comprarli cartacei, perché se li prendo in ebook finiscono nel dimenticatoio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio di tenere d'occhio il box con tutti e tre i libri, a volte cala di prezzo (e ha pure la mappa dentro!)

      Elimina
  2. Ciao... mi ispira un casino questa saga :)

    RispondiElimina
  3. Darkling ♥♥♥♥ Quanto ho adorato il primo volume, una serie che vorrei tanto concludere.
    Spero che la Piemme, prima o poi, ci ripensi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggila in inglese Giusy! Cioè non puoi perderti il "fine make me your villain" in eng!

      Elimina

Grazie per aver commentato! You make me sooo happy ♥